È tempo di cambiare il nostro modo di pensare alle fraternità?

Da Zee.Wiki (IT).

È tempo di cambiare il nostro modo di pensare alle fraternità?[modifica]

Alexandra Robbins
  • "Ne parleremo, so che non vuoi, e fa schifo in questo momento, ma parlami di lui."
  • Questo è quello che un fratello della confraternita ha detto a Oliver, (uno pseudonimo di) al secondo anno che ho seguito per un anno per il mio nuovo libro, dopo che Oliver ha saputo che un amico intimo era morto ed era andato nella sua stanza da solo. Sulla scia di quella perdita, Oliver si ritirò. Ma il fratello della sua confraternita era preoccupato e ha agito.
Alexandra Robbins
  • Sebbene Oliver fosse inizialmente riluttante ad aprirsi, la discussione lo calmò. E quando il resto dei suoi fratelli ha sentito la notizia, hanno subito preso in consegna le sue faccende di casa in modo che potesse avere più spazio per lavorare attraverso il suo dolore. Può sorprendere qualcuno di sapere che è stato a causa della sua fraternità che Oliver ha imparato a sentirsi a proprio agio confidando emotivamente con gli amici in un modo che mi ha detto che non avrebbe avuto se il suo gruppo fosse stato co-ed.
  • La maggior parte delle istituzioni maschili non ha reputazioni come siti di crescita emotiva. Poiché il termine fuorviante "mascolinità tossica" domina la notizia, i collegi stanno suonando una chiarificazione per abolire i gruppi di soli uomini, le fraternità spesso le più famose tra loro. Ma durante gli anni passati a riferire per un libro sulle fraternità, ho imparato che l'eliminazione di tutti loro potrebbe privare le persone buone di importanti risorse sociali che molte scuole altrimenti non forniscono. I centri delle donne, multiculturali e LGBTQ mirabilmente facilitano opportunità preziose per molti studenti. Tuttavia, gli uomini delle università - che siano minoranze razziali, LGBTQ o eterosessuali - hanno bisogno di comunità solidali e inclusive.
  • Suona controverso? Non dovrebbe. Non importa il loro background, i ragazzi del college sono per lo più adolescenti, spesso vulnerabili, che vivono per la prima volta lontano da casa.
  • I membri della Fraternità non sono tutti bravi ragazzi. Ma la maggior parte di loro lo sono. La parte più salutare delle buone fraternità è la parte che il pubblico non vede. Ho parlato con i fratelli - come Oliver - che hanno interpretato l'obiettivo di rendere i loro fratelli "uomini migliori" come aiutarli a diventare persone migliori. Credevano che fosse loro responsabilità mantenere i fratelli ad alti livelli di tolleranza e cooperazione. Sono stati in grado di creare una sottocultura in cui i membri sono stati premiati per essere bravi ragazzi. Hanno abbracciato membri di minoranza, gay, bisessuali e non binari e non si sono fatti pressione a vicenda per collegarsi. Hanno incoraggiato i membri ad aprirsi l'un l'altro e a dare un sostegno incondizionato. Alcuni studenti mi hanno detto che le amicizie e la responsabilità della loro fraternità hanno salvato la vita.
  • Ma il pubblico, i media e le università sembrano avere un pregiudizio contro i gruppi maschili - anche se i gruppi esprimono la mascolinità in modi non "tossici". Alcuni di questi pregiudizi derivano naturalmente da episodi altamente pubblicizzati di nonnismo, aggressione o abuso di alcool associati a gruppi di soli uomini, comprese le fraternità.
Gli psicologi - e Gillette - hanno ragione
  • Parte del problema può derivare dalla confusione su cosa si intende per "mascolinità". Molto è stato detto sulle recenti linee guida dell'American Psychological Association e sull'annuncio di Gillette Super Bowl, che hanno debuttato entrambe a gennaio. Ma un problema di semantica sta annebbiando i problemi. La narrativa mediatica dominante ha mescolato la mascolinità "tossica" con la mascolinità "tradizionale". E mentre la frase "mascolinità tossica" è stata resa popolare come un modo per descrivere le limitazioni del ruolo di genere negli uomini, oggi molte persone lo interpretano come una descrizione di uomini che sono violenti nei confronti delle donne.
  • Sia la mascolinità tossica che la mascolinità tradizionale confondono - anche insultando - termini che dovrebbero essere cambiati o abbandonati. Ma molti uomini non se ne rendono conto perché il nostro sistema educativo in gran parte non insegna agli studenti che ci sono una varietà di modi per essere maschili. Invece, gli studenti maschi spesso si sentono spinti a conformarsi agli stereotipi invece di essere se stessi.
  • Certamente, il modo migliore per insegnare ai giovani le mascolinità (plurale) non è quello di abolire i gruppi di campus di soli uomini. A dicembre, una coalizione di fraternità, sorellanze e studenti ha intentato causa a Harvard a causa della sua politica di penalizzare i membri non identificati del gruppo di genere singolo, negando loro i ruoli di leadership nel campus e le approvazioni per le maggiori borse di studio. Harvard ha annunciato il divieto di fatto dopo che la Task Force universitaria sulla prevenzione delle aggressioni sessuali ha denunciato i club delle università per aver "atteggiamenti profondamente misogini", li ha collegati ai problemi di violenza sessuale e alle fraternità raggruppate nei club.
Permettere
  • A causa delle comuni aspettative che gli uomini dovrebbero essere stoici, durante l'adolescenza, quando gli stereotipi maschili affondano, molti ragazzi si allontanano riluttanti dalle amicizie intime. Ma strette e solide amicizie potrebbero essere ancora più importanti per l'adattamento psicologico dei ragazzi rispetto a quello delle ragazze. La psicologa dell'Università del Maine, Cynthia Erdley, ha scoperto che la scarsa qualità delle amicizie era associata alla solitudine e alla depressione solo per i ragazzi. Mentre il suo studio si concentrava su ragazzi più giovani, mi ha detto che le sue scoperte "suggeriscono che i ragazzi, che in genere hanno amicizie di qualità inferiore rispetto alle ragazze, sono più vulnerabili alle difficoltà psicologiche quando hanno esperienze di amicizia meno amichevoli e di sostegno". Il più grande pericolo, Erdley ha aggiunto, "è che i ragazzi non ottengono il sostegno di cui hanno bisogno dai loro amici, e questo li rende vulnerabili alla solitudine, all'ansia e ai sintomi della depressione e i maschi sono più propensi ad attaccare quando sono depressi".
  • Una soluzione, secondo molti esperti, è quella di dare ai ragazzi uno spazio sicuro in cui formare amicizie salutari e intime con altri ragazzi e imparare che ci sono molti modi sani per essere un uomo. Ma le università in gran parte non stanno fornendo quegli spazi. Buone fraternità Al loro meglio, le fraternità aiutano a insegnare ai membri come condividere i loro pensieri e sentimenti e incoraggiarli a fare affidamento e comunicare con altri ragazzi. Alcuni rituali di fratellanza scrivono anche opportunità per esprimere emozioni e chiedere aiuto. Ad esempio, i membri di una fraternità nazionale me lo hanno detto perché il nono valore nel loro Codice di condotta è "Io sono il custode di mio fratello", alcuni capitoli insegnano ai fratelli a dire: "Ho bisogno di un favore numero nove", se hanno bisogno di aiuto per capire un concetto in classe o un orecchio comprensivo per ascoltare le loro pene.
  • Pochi non greci si rendono conto che molti di questi gruppi di soli maschi incoraggiano i ragazzi a partecipare ad attività - come confidare e confortare i coetanei - che alcune persone considererebbero non maschili ma che tutti dovrebbero considerare umani. E i ragazzi sono più sani per questo. Dato che i college pongono l'opportunità di eliminare gruppi di soli uomini, dovrebbero anche valutare se le loro scuole forniscono altri spazi sicuri in cui i ragazzi possono tranquillamente aprirsi ad altri ragazzi. In caso contrario, dovrebbero prendere provvedimenti per colmare questa lacuna.
  • Iscriviti alla nostra nuova newsletter.
  • Unisciti a noi su Twitter e Facebook
  • Nel frattempo, è tempo di difendere i ragazzi che non causano problemi. Piuttosto che distruggere gruppi di soli uomini, Harvard e altre scuole potrebbero invece rimuovere i criminali più dispendiosi e richiedere riforme che premino e mantengano le organizzazioni sane. Ne esistono di più di quanto pensiate, visti i titoli. È imperativo cercare di comprendere e alleviare le pressioni cui sono confrontati gli adolescenti nell'America del ventunesimo secolo e riconoscere che anche i fratelli di fraternità lottano con loro.

Discussioni[modifica]

Puntano qui[modifica]

Riferimenti[modifica]