Come Johan Cruyff e Ajax hanno pensato "fuori dagli schemi" per raggiungere la cima

Da Zee.Wiki (IT).

Come Johan Cruyff e Ajax hanno pensato "fuori dagli schemi" per raggiungere la cima[modifica]

Johan Cruyff siede sul campo di Wembley prima dell'Ajax
  • Se è vero che nessun individuo è più grande di qualsiasi club, allora forse Johan Cruyff è più vicino a sfidare il vecchio cliché.
  • Il suo legame con l'Ajax, il suo club natale, è - se non unico - quindi certamente di raro fascino. È un collegamento inestricabile che si estende ben oltre i 250 gol in 318 partite, ben oltre le tre coppe europee consecutive e anche oltre i tre anni come manager alla fine degli anni '80.
  • Accanto alla tangibilità fisica delle realizzazioni di Cruyff si trova un'icona intoccabile che lo colloca come una figura integrale in tutto ciò che rappresenta l'Ajax. Nel mondo di oggi, la maggior parte dei club pretende di possedere una filosofia di qualche tipo, ma ce ne sono pochi con una cultura così radicata e ampiamente riconosciuta. Cruyff è il comune denominatore - sia all'Ajax che, discutibilmente, a Barcellona.
  • "Se guardi indietro, non puoi parlare della sua importanza", ha detto alla CNN David Endt, direttore generale dell'Ajax tra il 1997 e il 2013. "È molto più di questo: è il marchio di fabbrica del nostro club, ha dimostrato nel suo gioco, con la sua abilità, tutto ciò che è l'Ajax - l'audace, il modo offensivo di pensare al calcio.
  • "L'ho visto suonare quando aveva 16, 17, 18 anni, è stato fantastico, è stato fantastico, ma non avevi idea di quanto o quanto sarebbe grande la sua influenza".
  • Due anni dopo la sua prematura scomparsa nel 2016, l'Arena di Amsterdam del club è stata ribattezzata Johan Cruyff Arena in omaggio.
  • "È un grande segno che lo abbiano onorato con questo", dice Endt. "Ma deve essere molto di più che onorare un uomo per nome: devono seguire la sua filosofia, i suoi pensieri sul calcio, che a volte sono un po 'fuori dagli schemi, forse [i loro avversari] potrebbero essere più forti, ma poi puoi sempre battere in astuzia perché questo è il calcio, non hai bisogno di tutti questi muscoli, hai bisogno di cervello e intelligenza per giocare, e questa è forse la parte più importante che ha portato ".
  • Il sistema tattico dell'Ajax - la sua famosa formazione 4-3-3, con un'enfasi sul possesso, attaccando le ali e l'autosviluppo, è radicato nella storia del "calcio totale" del club - un metodo esplorato per la prima volta da Rinus Michels, che gestì un giovane Cruyff negli anni '60.
Johan Cruyff siede sul campo di Wembley prima dell'Ajax
  • La prospettiva di Endt è condivisa dall'ex portiere dell'Ajax Edwin van der Sar, che ora è l'amministratore delegato del club.
  • "Lo stile di gioco è qualcosa di unico - ci dà un volto nel mondo del calcio", spiega. "Ogni allenatore prova un po 'a dare il proprio colore, ma penso che la filosofia dell'Ajax sia stata chiara per molti, molti anni".
  • L'ascesa di Van der Sar nei ranghi del club dall'unirsi a diciannovenne fino a diventare il prestanome fuori campo è indicativa dell'impegno dell'Ajax nel mantenere le radici radicate per la prima volta nell'era del conquistatore di Cruyff.
  • "C'è questo aspetto che non puoi davvero toccare, che non puoi copiare", sottolinea lo stress con la passione vincente di un uomo completamente immerso nella cultura globalmente famosa del suo club. "Puoi venire a vedere che si allenano così e questo, ma c'è di più: è quello che io chiamo suolo e aria che respiri".
  • In un certo senso, i principi intrinseci dell'Ajax potrebbero essere stati meglio evidenziati nel 1995, quando il club ottenne un quarto titolo europeo battendo l'AC Milan. Più di due decenni dopo la tripletta di trionfi di Cruyff nel 1971, '72 e '73, fu la prova che i metodi di Ajax funzionavano ancora. Nove dei 16 convocati per la finale avevano fatto il loro debutto nel calcio professionistico all'Ajax.
  • La formazione iniziale comprendeva Van der Sar, Ronald e Frank de Boer, Frank Rijkaard, Clarence Seedorf, Edgar Davids e Marc Overmars. Patrick Kluivert è uscito dalla panchina per segnare il vincitore. Era un who's who della squadra calcistica olandese.
  • Danny Blind, che sarebbe andato a guidare l'accademia del club e gestire la prima squadra, capitanato dalla parte. Per lui, comunque, è stato Jari Litmanen a far battere la squadra. In effetti, il fantasista finlandese aveva sostituito Dennis Bergkamp nel ruolo numero 10 fondamentale per il gameplan di Ajax.
  • "[Litmanen] potrebbe pensare come un centrocampista", dice Blind. "Poteva pensare al momento giusto nella situazione giusta quando [era] un centrocampista e quando [era] un attaccante, a volte devi difendere, Litmanen era più completo di Bergkamp."
  • Bale segna il secolo degli obiettivi reali nella vittoria del derby di Madrid
Edwin van der Sar e Danny Blind sono entrambi presenti in Ajax
  • Ricorda la finale come il culmine di ciò che era venuto prima; torna a guardare la vittoria semifinale per 5-2 sul Bayern Monaco come pinnacolo estetico.
  • "Ricordo sempre quel gioco perché il modo in cui volevamo giocare con quella squadra negli anni '90, era così", spiega. "Con la pressatura, sempre a caccia di Monaco quando avevano la palla, non sapevano cosa fare".
  • La finale - una storia tesa contro una squadra che comprende Paolo Maldini, Marcel Desailly e Franco Baresi - è stata la terza volta che le due squadre si sono incontrate nella competizione 1994/95, con l'Ajax che ha vinto le due precedenti.
  • "Non è stato un buon gioco, non voglio dire che è noioso perché è un finale", aggiunge Blind. "C'è tutto intorno, e la folla era incredibile, ma non era un gioco come Monaco o uno dei grandi giochi.
  • "C'è stata una sola mossa da Kluivert: è stato un momento eccellente per il momento [dell'obiettivo]." Il ritorno in campo del Milan è stato impossibile, è stato un momento incredibile e una meritata coppa ".
  • La decisione di affidarsi a un giovane prodigio nostrano è sintomatica dell'ethos di vecchia data del club.
  • "Abbiamo perso la firma del brasiliano Ronaldo", dice Van der Sar all'inizio della stagione storica. "Louis van Gaal ci ha detto di non preoccuparci, e che avevamo Kluivert, l'attaccante degli Under 19".
  • Persino nella prima vittoria della Coppa dei Campioni di Cruyff nel 1971, fu circondato da fan da tutta la vita; Sjaak Swart è il produttore di dischi del club, mentre l'ala sinistra Piet Keizer ha giocato solo professionalmente per l'Ajax.
  • Visita CNN.com/Sport per ulteriori notizie, funzioni e video
Cruyff è tornato all'Ajax per un secondo periodo verso la fine della sua carriera, prima di diventare il club
  • "Da ragazzo, sogna di essere un calciatore professionista, " ricorda Van der Sar del proprio trionfo. "Sogni di giocare in Champions League, giocare per il tuo paese e vincere la Champions League, il modo in cui è stato sviluppato è stato uno scenario incredibile per noi: l'80% di noi è cresciuto insieme, quindi abbiamo avuto la sensazione di sviluppare, migliorare, esibirsi e raggiungere l'apice in un'età molto giovane. Farlo nel club che hai sostenuto e dove siamo cresciuti è molto speciale. "
  • La reazione dei fedeli dell'Ajax, forse, parla della cultura del club meglio della maggioranza. Come Blind e Van der Sar condividono i loro ricordi delle conseguenze, lo fanno in modo vivido - come solo i fan stessi potrebbero fare.
  • Nell'ufficio di Van der Sar c'è una foto della sua squadra vincitrice della Champions League del 1995 che festeggia su una chiatta. Ci sono fan che saltano nel canale per stare con i loro eroi. È un'immagine che parla incommensurabilmente di Amsterdam e dell'Ajax.
  • Van der Sar - la sua foto che funge da promemoria quotidiano - ricorda le celebrazioni nella Museumplein della città, un enorme spazio pubblico circondato da tre musei.
  • "C'erano 200.000 persone lì", dice. "Poi siamo andati sulla barca e ho pensato: 'OK, tutti se ne sono andati, tutti stanno andando a casa'.
  • "E poi siamo andati sotto il primo ponte e tu hai dovuto anatre, sei arrivato e 200 metri prima che il prossimo ponte fosse completamente pieno di persone, è stata un'esperienza incredibile".

Discussioni[modifica]

Puntano qui[modifica]

Riferimenti[modifica]