Gli annunci democratici del 2020, classificati

Da Zee.Wiki (IT).

Gli annunci democratici del 2020, classificati[modifica]

Kamala Harris officially launches 2020 presidential campaignPolitics 1.jpg
  • Questo fine settimana è stato impegnativo nel corso della campagna elettorale del 2020, con altri due democratici - Amy Klobuchar ed Elizabeth Warren - che si sono ufficialmente uniti alla gara. Ora ci sono sette principali democratici che corrono per il cenno del partito, con almeno il doppio di quel numero che esplorano ufficialmente o ufficiosamente un'offerta.
  • Con così tanti candidati in gara, vale la pena guardare chi ha fatto meglio. (Nota bene: gli annunci della campagna non creano o distruggono una campagna, ma forniscono - o no - un certo slancio iniziale tra donatori, attivisti e media.) Per "migliore" intendo una combinazione di a) ha disegnato significativi e l'attenzione dei media prolungata b) ha raggiunto persone che prima non sapevano nulla di loro c) ha spinto un messaggio che intendevano eseguire su d) ha creato un momento memorabile (o due) ed e) ha fatto qualche differenza misurabile nei sondaggi.
  • Va da sé che questa è una misura soggettiva. Ma qui andiamo lo stesso!
  • 1. Kamala Harris: dalla decisione del senatore della California di annunciare il Martin Luther King Jr. Day (e la stessa settimana dell'annuncio presidenziale del 1972 di Shirley Chisholm) a farla fare la sua prima campagna statale in Sud Carolina alle 20.000 persone che sono venute all'annuncio formale di Harris ad Oakland per il suo rapido urto nei sondaggi nazionali, questo annuncio è senza dubbio il leader della clubhouse in questo momento.
  • 2. Amy Klobuchar: L'immagine del senatore del Minnesota che annuncia in mezzo a una tempesta di neve non è una che qualcuno si dimenticherà presto. Klobuchar è andato nel suo annuncio della campagna con un problema di identificazione del nome; ne esce fuori con persone che almeno sanno di essere quella che ha annunciato nella neve - che è una vittoria per lei.
  • 3. Cory Booker: Il senatore del New Jersey non ha avuto bisogno di molto sfarzo nel suo annuncio - dato che il colpo su di lui è che è un cavallo da spettacolo. Così è andato sul posto - molto locale - annunciando a Newark, la città dove ha iniziato la sua carriera politica e dove vive ancora. Quel Booker ha scelto il 1 febbraio - il primo giorno del Black History Month - fatto per un po 'di simpatico simbolismo.
Donald Trump's 'Fox and Friends' interview - The 45 strangest linesPolitics 2.jpg
  • IL PUNTO - ORA SU YOUTUBE!
  • In ogni episodio del suo show settimanale su YouTube, Chris Cillizza approfondirà il mondo surreale della politica. Clicca per iscriverti!
  • 4. Julian Castro: quando sei uno dei candidati meno conosciuti a cui è stata data la possibilità di partecipare alla nomination, prima arrivi nella corsa presidenziale, meglio è. Al suo attivo, Castro, l'ex sindaco di San Antonio, ha afferrato quella realtà - e si è messo in gara fino al 12 gennaio. E non si è sbagliato: è appena entrato - il che è positivo quando si tratta di convincere le persone che ci sono per vincere.
  • 5. Elizabeth Warren: chiedetevi questo: quale candidato che ha annunciato per il presidente nel fine settimana ha ottenuto una stampa migliore - Klobuchar o Warren? È Klobuchar in un brivido, giusto? Considerando quanto sia stato problematico il periodo di preparazione alla campagna di Warren - la questione dei nativi americani - probabilmente voleva solo entrare formalmente in gara e farla finita con. Missione compiuta, immagino.
  • 6. John Delaney: fai una ipotesi quando l'ex deputato del Maryland ha annunciato per il presidente? Era il 28 luglio 2017! È candidato alla presidenza da oltre 18 mesi!
  • Scopri le ultime analisi di The Point con Chris Cillizza:
  • Il tantrum di Donald Trump La versione di Mad Libs del discorso sull'immigrazione di Trump Perché l'ultima notizia di Paul Manafort è un grosso problema La classifica definitiva dei Democratici del 2020 Incontra i tuoi nuovi membri del Congresso
  • 7. Tulsi Gabbard: Il tipo della Congressista Hawaii, una sorta di annuncio in un'intervista al Van Jones della CNN il 12 gennaio. E / ma ha anche annunciato via video il 25 gennaio. E il 29 gennaio, Politico ha pubblicato una storia intitolata "Tulsi Gabbard Campagna in disordine. " Non bene.
  • Il punto: come inizi non sempre prevedi come finirai. Ma preferiresti molto iniziare bene piuttosto che uno cattivo in qualcosa di onnicomprensivo come una campagna presidenziale.

Discussioni[modifica]

Puntano qui[modifica]

Riferimenti[modifica]