L'autore Jill Abramson dice di aver "fatto degli errori" nell'accreditare le fonti in "Mercanti di verità"

Da Zee.Wiki (IT).

L'autore Jill Abramson dice di aver "fatto degli errori" nell'accreditare le fonti in "Mercanti di verità"[modifica]

Author Jill Abramson says she 'made some errors' in crediting sources in 'Merchants of Truth' 1.jpg
  • Jill Abramson continua a sostenere che i passaggi del suo nuovo libro, "Merchants of Truth", non sono stati plagiati, ma invece sono stati impropriamente accreditati.
  • L'ex redattore esecutivo del New York Times ha dichiarato a Brian Stelter della CNN su "Affidabili fonti" domenica che ha fatto "nessun tentativo intenzionale di non accreditare il lavoro di qualcuno" e pianifica di correggere le omissioni.
  • "Ho fatto degli errori nel modo in cui ho accreditato le fonti, ma non c'è stato alcun tentativo di trasmettere idee, opinioni e frasi di qualcuno come le mie", ha detto.
  • Abramson è diventato l'obiettivo delle accuse di plagio la scorsa settimana, quando Michael Moynihan, un corrispondente di "Vice News Tonight", ha sottolineato diverse frasi in "Merchants of Truth" che sembra essere stato rimosso da altre pubblicazioni senza credito appropriato.
  • Abramson ha negato accuse di plagio durante un'intervista a Fox News mercoledì. A quel tempo, lei disse: "Non ho certamente plagiato nel mio libro".
  • Ore dopo, ha detto su Twitter che ha preso le accuse "sul serio" e ha pianificato di "rivedere i passaggi in questione".
  • Domenica, Stelter, che in precedenza ha lavorato per Abramson al The New York Times, le ha chiesto se gli errori nel suo libro avrebbero incontrato la definizione del quotidiano di plagio.
  • "Avrebbe incontrato la definizione del Times di cose che dovrebbero essere prontamente corrette", ha detto Abramson.
  • La Stelter ha insistito con Abramson sul fatto che sentisse di aver fatto abbastanza per attribuire correttamente materiale nel corpo del testo, piuttosto che basarsi sulle note a piè di pagina.
  • Abramson ha ammesso che alcune parti del suo libro includono un linguaggio che è "troppo vicino per comodità" al suo materiale di partenza "e probabilmente avrebbe dovuto essere tra virgolette".
  • "Questo è il mio libro, ne sono molto orgoglioso, possiedo tutti gli errori, e ogni citazione mancata e annotazioni mal fatte", ha detto Abramson a Stelter.
  • Giovedì, la CNN Business ha identificato due ulteriori sezioni di "Mercanti di verità" che contenevano un apparente plagio. In alcuni casi, il contenuto non è accreditato all'origine originale, mentre in altri è attribuito a piè di pagina ma non nel corpo del testo.
  • Moynihan, il vice corrispondente che ha rotto la storia del plagio, è apparso su "Affidabile" subito dopo Abramson.
  • Stelter ha chiesto: "Come definisci il plagio?"
  • "Mercanti di verità" è chiaramente un esempio, disse Moynihan.
  • "Non si può citare qualcosa, anche se lo hanno copiato parola per parola, e non si tratta di plagio", ha detto. "Non si può citare il plagio".
  • Domenica scorsa, mentre difendeva contro le accuse di plagio, Abramson ha detto che ha dato a Vice alcuni estratti del libro e ha invitato la risposta dell'azienda. Ma ha detto che è stata avvertita che Vice ha pianificato di lanciare una "campagna dell'opposizione" contro "Mercanti di verità".
  • Moynihan e altri giornalisti Vice hanno contestato il ritratto della loro compagnia da parte di Abramson mentre intraprendevano la ricerca di opposizione.
  • "Il plagio è lì se le mie motivazioni sono malate o non lo sono", ha detto Moynihan.

Discussioni[modifica]

Puntano qui[modifica]

Riferimenti[modifica]