Trump Foundation dice che i commenti della NY AG mostrano che la causa è politica

Da Zee.Wiki (IT).

Trump Foundation dice che i commenti della NY AG mostrano che la causa è politica[modifica]

La Fondazione Trump si scioglie in mezzo alla causa
  • Gli avvocati della Donald J. Trump Foundation hanno accusato l'ufficio del procuratore generale di New York di motivazioni politiche nella sua causa civile contro il non profit, citando i recenti commenti del procuratore generale Letitia James, entrato in carica a gennaio.
  • Il neoeletto Procuratore Generale di New York, Letitia James, ha condotto una campagna anti-Trump dove ha espresso grave antipatia e animosità nei confronti del signor Trump, "gli avvocati per la fondazione, così come il presidente Donald Trump e i suoi tre figli più grandi, hanno scritto nel deposito Venerdì.
  • "Il procuratore generale James ha fatto riferimento al presidente Trump come un" presidente illegittimo ", " dichiara il deposito ", e ha promesso di" usare ogni area della legge per indagare sul presidente Trump e sulle sue transazioni commerciali e su quella della sua famiglia ". "
  • CORRELATI: il nuovo massimo avvocato di New York si muove per assumere Trump
  • I commenti di James, un democratico, hanno attirato l'attenzione quando lei li ha fatti tardi l'anno scorso. I pubblici ministeri in genere evitano di insinuare che il loro ufficio perseguirà obiettivi specifici, in parte perché tali commenti potranno in seguito essere usati dagli imputati per asserire pregiudizi.
  • Delaney Kempner, portavoce dell'ufficio del procuratore generale, ha dichiarato lunedì: "Ancora una volta, la Trump Foundation sta facendo un triste tentativo di distrarre dai veri meriti di questo caso, che si basano su fatti e leggi. nella loro argomentazione che questo è motivato politicamente e siamo fiduciosi che la giustizia prevarrà ".
  • In uno sforzo precedente per respingere la causa, prima che James entrasse in carica, la fondazione aveva presunto pregiudizi politici da parte dell'ufficio del procuratore generale, che per anni è stato guidato da un democratico. A novembre un giudice del tribunale di New York ha respinto la mozione di licenziamento.
  • L'abito, presentato nel giugno 2018, è stato portato dal predecessore di James, Barbara Underwood.
  • Oltre alle osservazioni specifiche su James, gli avvocati della fondazione hanno ripetutamente affermato che "le richieste motivate politicamente per un aiuto equo e ingiuntivo sono ingiustificate sui fatti e sulla legge".
  • La tuta identifica come imputati la fondazione, Trump e i suoi tre figli più grandi - Eric, Donald Jr. e Ivanka - che si sono tutti riuniti in carità. Afferma di aver violato la legge federale e di beneficenza statale con un comportamento "persistente" che includeva il coordinamento illegale con la campagna presidenziale di Trump del 2016.
  • L'ufficio del Procuratore Generale richiede $ 2, 8 milioni in restituzione, oltre a sanzioni aggiuntive. L'ufficio sta anche cercando di vietare a Trump di servire come direttore di qualsiasi organizzazione non profit di New York per 10 anni e di proibire agli altri membri del consiglio, i bambini di Trump, di prestare servizio per un anno. La fondazione ha deciso a dicembre di sciogliersi sotto la supervisione della corte.
  • Il deposito presentato la settimana scorsa ha anche rivelato che oltre all'avvocato Alan Futerfas, che ha rappresentato la base per tutta la causa, l'organizzazione senza scopo di lucro ha aggiunto un altro avvocato per lavorare sul caso: Marc L. Mukasey, che ha avuto uno stretto rapporto con l'avvocato Trump Rudy Giuliani.

Discussioni[modifica]

Puntano qui[modifica]

Riferimenti[modifica]